l'archivio della memoria popolare
storie e racconti di una volta
Bookmark and Share
Parmachesiparla, la web community di Parma Parmachericorda, archivio della memoria Parmachesiparla, associazione di Promozione Sociale Parmachesiparla, associazione di Promozione Sociale
Parmachericorda


Eventi
LA MOVIDA DI PARMACHERICORDA
le interviste di Parmachericorda.it sotto i portici dell'Ospedale Vecchio di via D'Azeglio
La Movida di ParmachericordaTre serate di proiezione di documentari ed interviste di Parmachericorda, seguite da conversazioni ed interviste collettive aperte al pubblico sui temi trattati, in presenza di testimoni ed esperti.

Sabato 21 settembre 2013
ore 21
Gabriele Majo

direttore stadiotardini.it
Parma: quando le radio erano libere

Sabato 28 settembre 2013
ore 21
Alberto Michelotti

arbitro internazionale
Miclòt: questione di carattere

Sabato 05 ottobre 2013
ore 21
Soemo Alfieri

partigiano
L'idea del partigiano Russia


Teatro
L'ETA' DEL VETRO
di Fabrizio Frabetti
Fabrizio Frabetti: l'età del vetro, auditorium Toscanini, ParmaStudio per una rappresentazione teatrale. E' il primo frutto del laboratorio svolto dall'associazione Parmachesiparla fra giugno e settembre 2009. Nasce dall'elaborazione di testimonianze di ex dipendenti della Bormioli Rocco e di altre fabbriche. Dopo una prima fase di interviste, i dati raccolti sono stati estratti dal proprio contesto e condotti su un piano di narrazione romanzata. L'intreccio è fatto di memorie personali, memoria culturale, memoria collettiva e fantasia. Una fase successiva è stata quella di elaborare in musica e parole alcune suggestioni, quindi canzoni e colonna sonora. Per il futuro, il progetto prevede un ulteriore sviluppo della drammaturgia e la messa in scena.
"Loro" parlavano di sport e saltava fuori la fabbrica; dicevano una barzelletta, e tiravano la morale della fabbrica; leggevano il giornale e finivano il discorso in fabbrica.
Sembrava che la vetreria, per via della sua enormità, e della materia così tecnica - o forse magica? - che maneggiava, fosse una divinità che li attraeva. Una dea del progresso che dispensava a tutti, uomini e donne, fatica e possibilità. Senso critico ed orgoglio.
Dicevano sempre che per fare il vetro ci vogliono gli ingredienti giusti: silice, soda, fuoco, sudore ed anche solidarietà. Ed io non capivo come si potessero fondere insieme elementi così diversi tra loro, e farne un prodotto. Non avevo ancora l'età per capire il vetro."

http://www.parmachesiparla.it/fabrizio/pagina.php?page=letadelvetro

CIRCOLO DEI RACCONTI
Circolo dei racconti"Circolo dei racconti" è il titolo della serata organizzata il 12 giugno 2009 dall'associazione Parmachesiparla in collaborazione con il gruppo culturale del C.S. Anziani Il Tulipano. Spettacolo teatrale nato dall'attività del laboratorio "Memolab" dell'Ass. Parmachesiparla sulla rielaborazione e narrazione della memoria culturale. "Un magico personaggio si aggirerà tra i tavoli e riaccenderà la memoria degli avventori.."




MEMOLAB
Ideazione e gestione laboratorio teatrale (gennaio - giugno 2009) sulla narrazione e rielaborazione della memoria popolare. In collaborazione con il gruppo culturale del C.S. Anziani Il Tulipano.

LO STRAPPO (Storie di ieri)
di Fabrizio Frabetti
Storie di ieri: lo strappo, locandinaSi tratta di un monologo teatrale con musiche originali, e racconta storie di popolo che vanno dal ventennio fascista, alla lotta partigiana, alla Liberazione in zona parmense. Esso si propone di divulgare storie locali, per forza di cose "minori", che diano però un'idea chiara e presente della dittatura e della lotta, essendo ambientate in luoghi vicini e familiari, anzichè in sconosciuti boschi, epici ma anche ignoti e vaghi per il pubblico. Uno scopo di questo lavoro è proprio quello di uscire dall'epica, un'epica che ha il pregio di commemorare i fatti e il difetto di isolare gli stessi fatti in scenari grandiosi ma lontani, nello spazio e nel tempo.
Lo strappo, invece, è il frutto di un'energia di frattura, un potenziale che accompagna tutta la storia, che a volte si carica e si libera d'improvviso e riporta le cose ad un punto di equilibro: quel punto in cui ci siano buone ragioni per mettersi a ricucire. Anche di questo è composto il presente di ogni uomo o donna che stiano sul mondo e che ci vogliano stare in piedi, anche questa è una chiave per leggere la storia, sia antica che recente, portandola su un piano vivo e quotidianamente rinnovato, al sicuro da ogni tentativo di revisione.
http://www.parmachesiparla.it/fabrizio/pagina.php?page=lostrappo

Libri
UN PAESE DI RACCONTI Vol. I-II-III
Arcirokka - MUP Editore
Un paese di racconti II-copertinaRaccolta di storie di vita vera di generazioni passate, raccontate da un gruppo di giovani amici di Roccabianca, ideatori e principali promotori dell’opera.
"C'era una volta un paese e c'era una volta la sua piazza: si chiamava Minozzi e quel paese si chiamava Roccabianca.
C'erano una volta negozi, osterie, bambini sporchi di terra per le strade e rezdòre sulle porte delle case. C'erano i mariti nei bar, c'erano i bicchieri di vino e c'erano le bottiglie sempre più vuote che piene. Poi c'era il lavoro duro dei campi, quello duro che ti spaccava la schiena e rompeva le mani. Ma c'era anche la gioia di vivere e la speranza di costruire un domani..."


IL PADRONE DELL'OSPEDALE VECCHIO e altre storie di quartiere
di Iaschi Antonella, Fontana Beatrice, Frabetti Fabrizio - Maccari Editore - 2004
Il Padrone dell\'Ospedale VecchioRaccolta di racconti e testimonianze della Parma Vecchia.
Girando in bicicletta per i borghi dell'Oltretorrente, tra una fetta di salame d'asinina e una ricetta per cucinare il gatto, alla ricerca di racconti di una civiltà non ancora scomparsa.
Scenario e protagonista di gran parte degli aneddoti è proprio l'Ospedale Vecchio - edificio situato nel quartiere Oltretorrente di Parma, ospedale cittadino fino al 1926, raro esempio di architettura ospedaliera - nonchè contenitore d'umanità parmigiana, o 'Corte dei miracoli' se si vuole chiamarlo così, perchè i miracoli, in quel posto, sono stati fatti davvero.
I miracoli di quei parmigiani che hanno saputo uscire da un dopoguerra duro, dando vita ad aziende tuttora vive e floride.
Il miracolo di quegli individui che si riconoscevano nella definizione di 'povrèt' e sapevano stare uniti e solidali contro la miseria e anche contro gli oppressori e di quei bambini che sapevano giocare con piccole cose e si divertivano miracolosamente con il solo stare insieme.
http://www.parmachesiparla.it/main/padrone.php?page=libro

Memoria: progetti e iniziative

In questa sezione pubblicheremo le iniziative dell'associazione Parmachesiparla o di altri soggetti, attinenti al tema della memoria e dei ricordi.

Se volete segnalarci spettacoli, progetti ed iniziative da pubblicare in questa pagina, scriveteci al seguente indirizzo
info@parmachericorda.it